mercoledì, gennaio 02, 2008

I 10 migliori dischi indie del 2007 (secondo me)

Ed eccoci alla consueta classifica dei 10 migliori dischi dell'anno appena conclusosi. Questo genere di post è un must per ogni blog musicale che si rispetti, ma è ovvio che le considerazioni altamente soggettive, sono più il pretesto per una piacevole discussione, che altro.

Bando alla cialde (!?!) perciò, ecco i miei migliori dischi indie del 2007 (dove per indie intendo l'estrazione sociale della label).

10 - Wilco - Sky Blue Skye (Nonesuch)
Riflessivo e schizofrenico, Sky Blue Sky ha costrutti musicali che per lo più partono acustici e fortemente folk che poi vanno a concludersi con prolisse e rocciose code di chitarre. I Wilco si confermano i Wilco anche nel 2007.

9 - Liars - Liars (Mute)
I Liars hanno una visione sostanzialmente epicurea della musica, tanto funk e tanto movimento. La loro indole artistica li porta ad esplorare i lati più art-rock della new-wave. In sostanza molto ritmo e qualche colpo ad effetto.

8 - Kieran Hebden/Steve Reid - Tongues (Domino)
E forse Kieran (aka Four Tet) ha finalmente trovato quello che cercava in campionatori, samples e drum machines: un batterista jazz. Un synth-pop che è un singhiozzo di elettronica, un rutto sintetico e poi una lenta dgestione.

7 - The Warlocks - Heavy Deavy Skull Lover (Tee Pee)
Heavy Deavy Skull Lover è un disco di neo-psichedelia e di showgaze, affonda le radici nei Black Sabbath e tende i rami alle profondità dense dei Dead Meadows e dei My Bloody Valentine. Da accompagnarsi ad un denso Barolo.

6 - Washington - Astral Sky (Glitterhouse)
Par di sentire i Travis nati ad Austin o i Wilco emigrati in Norvegia. Da Firewheel ad Astral Sky, fino alla conclusiva I Lost My Way, le canzoni di Astral Sky sono una più bella dell'altra. Il trio norvegese, sarà la provenienza, ha inciso il disco più fresco dell'anno.

5 - Broken Social Scene - Presents: Kevin Drew Spirit If… (Arts & Crafts)
Spirit If ... è probabilmente il miglior disco dell'intera discografia dei BSS. A farsi carico di questa rinascita è Kevin Drew, che con quattro fogli, 2 idee e 3 pentagrammi, chiede ai colleghi d'essere assecondato in un'avventura che porta (quasi esclusivamente) il suo nome.


4 - The Flaming Lips - U.F.O's At The Zoo - The Legendary Concert In Oaklahoma (Warner Bros)
Credo che in ambito indie si tratti di un concero paragonabile al Concert In Central Park di Simon & Garfunkel o all'esibizione di Hendrix sul palco di Woodstock, o ad altri eventi live epocali.

3 - Burial - Untrue (Hyperdub)
Voci deformate come plastica vinilica sciolta, artificiosità estetiche a rallentatore, nebulose primordiali ambient, scricchioli della puntina sui solchi rovinati di un vecchio vineile. Tutto questo sulla punta delle dita di Burial un compositore dell'era elettronica.

2 - The Clientele - God Save The Clientele (Merge)
Il romanticismo dei Clientele, dell'Hampshire (Londra), sa essere sfocato, fumoso e vago. Il lato malinconico spesso è un'intuizione sotto una stratificazione di suoni, dove il muro, un passo oltre quello Spectoriano, è costruito sul trinomio batteria, chitarra e basso. Magnifici.

1 - Zu & Nobukazu Takemura - Identification With The Enemy: "A Key To The Underworld" (Atavistic)
I martelli pneumatici sordi e stoner di Takemura fraseggiano con un sax baritonale dislessico, in botta-e-risposta degni della musical-grammar di Ornette Coleman. Perfette gli innesti di Massimo Pupillo e Jacopo Battaglia, rispettivamente al basso e alla batteria.

10 commenti:

Sachiel ha detto...

Non mi sorprende la tua classifica, non mi sorprende trovarci martelli pneumatici, psichedelia, distrsioni e pop. Sei molto eclettico. Si vede che non ti influenzano le mode. Ed è questo che apprezzo nelle top 10 del 2007 in cui l'indie sembra definitivamente diventato un affare di moda e di coolnes nerd. benissimo. Auguri!

fran_pi_ ha detto...

Auguri anche a te Sachiel e ti ringrazio per gli apprezzamenti che, ovviamente, sono reciproci, visto che ci siamo trovati più volte in accordo su svariati dischi nel corso del 2007.

Ciao ciao

P/s
Fuori di pochissimo Jens Lekman, Okkervil River e Modest Mouse.

joses ha detto...

bella fran! classifica stranissima...
dei wilco il disco non mi ha entusiasmato, ma hanno fatto una delle canzoni più belle dell'anno: either way: 3 minuti per spiegare cosa è la prima giornata di sole primaverile!

per il resto concordo con sach...3/4 delle classifiche che ho visto sono di un deprimente...ma uno non dovrebbe metterci i dischi che sono piaciuti di più? alla fine si cerca solo di essere compiaciuti da altri..è un mondo strano.... :)
salùt,
joses

fran_pi_ ha detto...

Eh, è un mondo strano non lo scopriamo noi!!!

In effetti anche io ho visto classifiche piuttosto omologate.

Comunque anticipo che sarà presto online una recensione su un disco che stramerita la top 10 2007 ma su cui sono arrivato (colpevolmente) oltre il tempo limite.

Che disco sarà???

Ciao ciao

joses ha detto...

io tra il 28 dicembre e il 6 gennaio ho scoperto 4 dischi che strameritavano...

Diamo una chance a chi arriva in ritardo!! :)

fran_pi_ ha detto...

Ok, io tra stasera e domani pubblico il mio "ritardatario" ma poi voglio
sapere quali sono i tuoi 4 : )))

Anonimo ha detto...

Mmmhhh, a parte Washington e Hebden/Reid che non conoscevo (e approfondirò) e che quindi non posso giudicare, la tua classifica è ottima. Provo a leggerti nel pensiero e secondo me l'album che ti sei dimenticato è quello di Panda Bear (altrimenti sei un pochino disgraziato! senza offesa naturalmente) oppure i Battles (ma dubito). Indovinato?
Ah, domani sera gli Zu suonano a Bologna, ci sarai?

p.s. Scusa l'ignoranza, avrei dovuto farti gli auguri..

Matteo

fran_pi_ ha detto...

Ciao, non domani sera non sarò a Bologna, purtroppo.

Ecco in un commento solo m'hai tirato fuori un'altro escluso illustre. Non non è Panda Bear, anche se il suo disco m'è piaciuto assai più di quello degli Animal Collective. I Battles sono stati nella mia top ten 2006, ma a Mirrored preferisco di gran lunga EP C/B EP.

Ho tralasciato anche Panda Bear, sono un disgraziato :(

Ciao ciao

P/s
Grazie per i complimenti per la classifica.

Matteo ha detto...

Che sfigato, non ne ho azzeccato neanche uno!!
Comunque secondo me il disco di Panda Bear è stupendo, mi ha accompagnato tutta l'estate e lo metto sicuramente al primo posto della mia classifica.
Riguardo ai Battles concordo pienamente con te, Ep C/B Ep è superiore anche se reputo Mirrored uno dei dischi più originali usciti quest'anno e lo metterei comunque al secondo posto.
(Non pensare abbia scopiazzato da Scaruffi, si tratta di un'enorme coincidenza!)

fran_pi_ ha detto...

Quelli di cui parli sono due gran dischi, poi per i Battles pronostico un gran avvenire (per me gli Animal Collective, tutti, sono già il presente).

Ahahahaha, no ho nemmeno visto la scaletta di scaruffi ancora, per me potrebbe essere più veritiero che sia stato lui a copiare da te.

Ciao ciao