giovedì, gennaio 10, 2008

Long Tail For Dummies

In questo post si parlerà di bionde, di fighette, di pop idol per teenagers in amore e di showbiz, è consigliato l'accompagnamento da parte di un'adulto.

C'è ancora qualche lettore di questo blog che ignora il significato di "Long Tail"?
Bè, credo proprio di no, ma a scanso di equivoci rimando alla lettura di questo post (mio), quest'altro post (di Marco) e alla relativa voce su Wikipedia.

Se invece ti accontenti della definizione For Dummis di Long Tail, ti può bastar sapere che se il modello economico della globalizzazione si basa su moltissime vendite di pochi colli, la "coda lunga" è l'enorme incasso generato dalla vendita dei "fondi di magazzino"!

Non credi nell'efficacia di questo business-core? Bè allora prova a pensare ad Amazon, il suo catalogo è sconfinato, ci trovi anche il libro di poesie del tuo vicino, eppure tenerlo in giacenza non è un problema, anzi prima o poi Amazon lo venderà (magari proprio a te) e lo stesso vale per migliaia di altri prodotti.

Il proliferare di nicchie d'interesse, che sommate producono i grandi numeri un tempo generati soltanto dai grandi player, è un fenomeno che investe non solo il commercio, ma anche la sfera artistica e culturale.

Un'interessante caso di long tail applicato al cinema ci è offerto dal recente film di Jessica Simpson. Ma prima un po' di storia:

1984. Madonna debutta al cinema con Cercasi Susan Disperatamente. Il film ha incassato oltre 27 milioni di dollari solo negli Stati Uniti. Brano di riferimento Into The Groove.

1992. Withney Huston debutta al cinema con The Bodyguard, la colonna sonora interpretata dalla stessa Huston è la più venduta di sempre, 42 milioni di copie in tutto il mondo.

2002. E' il turno di Britney Spears, l'enfant prodige del Disney Club debutta sul grande schermo con Crossroad, le strade della vita, non incanta, ma nello stesso anno è eletta da Forbes Magazine la più ricca e celebre dello star system.

2007. Arriviamo ai giorni nostri. Nel week end fra il 14 e il 16 di Dicembre ha fatto il suo ingresso nel mondo della celluloide Jessica Simpson.

L'uscita del suo film Blond Ambition (?!?) è stata tenuta un po' in sordina. Questo particolare la dice lunga su come il modello "la-giovane-starlettina-arriva-alla-prima-sul-tappeto-rosso" sia ormai un clichè non più in grado di sbancare il botteghino.

Come volevasi dimostrare, la sola presenza della prorompente Simpson, non serve a far decollare il film, che anzi segna un record negativo nella storia dei debutti cinematografici statunitensi. 1.190 miseri dollari il primo week end di programmazione dimostrano che il modello Pop-Star-Centrico non è più in grado di fatturare miliardi. E' un po' lo stesso discorso che si può fare con i dischi (non a caso si parla di una "cantante").

La cosa più divertente (non troppo per lei a dir la verità) è che Ken Fox, un celebre critico americano, ha fatto un paio di calcoli fra il numero di sale che programmavano il film e gli incassi nel week end di riferimento e se n'è uscito con queste domande: "Ma una come Jessica Simpson, non ha più di 48 amici? Che fine ha fatto la sua grande famiglia in Texas?"

Meditate gente, meditate.

4 commenti:

michè ha detto...

articolo carinissimo... A hard rain's a gonna fall, diceva Dylan, e non a caso i primi a soccombere saranno tra le vaporose superstar...
La lunga coda pare poi riportare tutto ad un discorso di qualità e "dignità": puoi spingere quanto vuoi, ma cosa vale vale, il resto finisce nel dimenticatoio!
Ciao, M.

fran_pi_ ha detto...

Ciao M., ho l'impressione che tutto si sia contratto su se stesso negli anni 80 e 90 e che ora tutto sia esploso in migliaia di frammenti. Ora credo che molte cose si disperderà al vento (il vacuo avrà poche canches di perdurare), credo come te che quello che rimarrà sarà perlomeno dignitoso.

Comunque il cosidetto user-content-generator, e cioè che tutti possano perlomeno dire la loro è una cosa buona. Poi la palla passa alla nostra capacità critica di discernimento. Cioè 10 anni fà solo Jessica Simpson aveva il sito, ora c'è lei, il mio blog e altri 100.000 blog. Questo è buono. Ora sta a noi lettori decidere/scegliere cosa è valido e cosa no.
Così è più difficile, perchè richiede uno sforzo critico, ma credo che sia meglio.
Ciao ciao

Anonimo ha detto...

Uff Fra', con la Simpon mi indisponi.
Riesco solo a commentare con un: "Ma quanto stupida è quella ragazza"

Lara

ps: leave Britney alone (cit.)

fran_pi_ ha detto...

In che senso ti indispongo??? Semplicemente citandola o ti dispiace che rida delle sue pantagrueliche cifre al box-office?

:)))